Milano - Chiesa di San Cristoforo sul Naviglio

Milano - Chiesa di San Cristoforo sul Naviglio - in data: 13.06.2020

Indirizzo: Via S. Cristoforo, 3 - 20144 (Milano) / Aperta DA LUNEDI' a DOMENICA - poco prima e poco dopo orario delle funzioni religiose (ore 11.00 e 18.00). - Ore: 18.35 la mia visita.

 * Verificare al nr. telefonico:  02 48951413

Ingresso: Gratuito

Fermate in corrispondenza della Chiesa di San Cristoforo sul Naviglio

Bus: 325 - 61 - 68 - 90 - 91 - Z553

Treno: R27 - R32 - S4.

Metro: M2

Tram: 2

Tempo visita: 20'/30'


Sul Naviglio Grande a Milano, a poche decine di metri dalla nota Canottieri Milano, sorge una chiesa simbolo dell’architettura lombarda: la chiesa di San Cristoforo sul Naviglio.

La mia visita è stata casuale, e NON prevista. Conoscevo la Chiesetta di San Cristoforo, per aver letto tempo fa qualche cosa......, di fatto avevo una mezz'ora di tempo ed ora in zona. Quando si dice il " caso fortuito ".

Nota specialmente ai milanesi e non soltanto per l'opera architettonica che la compone, ma anche e soprattutto per le le leggende e le storie che si tramandano da secoli. Prima fra tutte la sua originale e particolare utilità: la chiesa infatti era considerata un faro, Probabilmente orientava i barcaioli nella navigazione sul naviglio, in caso di nebbia e/o maltempo.

San Cristoforo si specchia da secoli lungo il Naviglio Grande ed è luogo di passaggio per molti, che però non sempre si soffermano ad ammirarla. Ma credetemi, ne vale assolutamente la pena !

La chiesa di sviluppa in due epoche diverse ed è il risultato di due stili ed edifici un tempo distaccati. Il primo e più antico risale al 1200, quello gotico invece risale a un periodo che si pone tra la fine del 1300 e l’inizio del 1400, rinominato Cappella Ducale, in quanto opera realizzata su volere di Gian Galeazzo Visconti.

Il Visconti ne richiese la costruzione sperando di ricevere protezione dal Santo per i cittadini di Milano che in quel periodo erano colpiti dalla peste. Il Visconti però non riuscì mai a vedere la costruzione dell’edificio ultimata; in quanto fu colpito pochi anni dopo proprio dalla peste.

Solo nel 1600 venne abbattuto il muro divisorio e la chiesa di San Cristoforo divenne un solo edificio. Entrando nella chiesa infatti ci si immette in un solo edificio con due navate.

Di notevole importanza il portone di accesso realizzato in cotto lombardo e che porta gli stemmi dei Visconti e della città di Milano, mentre all’interno diversi sono le opere d’arte del Quattrocento e Cinquecento. Affreschi spettacolari inaspettati e tutto sommato ben conservati, di " probabile " scuola Giottesca (come riportato nella documentazione cartacea presente nella chiesa). Ancora tutto sommato ben conservati e visibili.

Tra le altre storie che si aggirano attorno alla piccola chiesa c’è la partenza nel 1099 dei Lombardi verso la Terra Santa per combattere la prima crociata. Infine, è sempre nei pressi della chiesa di San Cristoforo che si apprese la notizia della vittoria dei milanesi contro Barbarossa, grazie a dei messaggeri che sbarcarono proprio qui.

Probabilmente molti di noi sono passati, senza badare alla costruzione posta a lato del naviglio, e devo dire che a me è capitata la stessa cosa. Sino a che un giorno mi è venuta la curiosità e la voglia di deviare dalla strada principale, parcheggiare la macchina ed arrivare a vedere questa splendida costruzione. Consiglio a tutti di togliersi questa curiosità, qualora possibile. Considerando gli orari di apertura......... perchè non è così facile, trovare aperto.

Buona visita a tutti !